il_lupo

Il lupo

Il lupo

Sinossi (progetto in sviluppo)

 

Abruzzo, 1943.

Due giovani fratelli, Santina e Vittorio, vivono in una piccola cascina al limitare di un bosco e attendono il ritorno dalla guerra del padre. Aiutati solo dal loro legame, da qualche vicino e dalla lettura di romanzi di avventure lontane, si trovano a dover affrontare indirettamente la guerra ospitando in casa un giovane soldato straniero ferito. Si tratta di un nemico, un mostro, un lupo mannaro, o è un ragazzo non così diverso da loro?

Vivere e sopravvivere agli eventi in quei tempi difficili li porterà a scoprirsi reciprocamente, fino ai loro più drammatici segreti.

Abruzzo, 1943.

One day at the end of September, just before dawn, the quiet of the woods is broken by struggling noises. Two men fight for their lives. Suddenly, a gunshot blasts, and then the woods return to silence.

Not far from there two siblings, Santina, 16, and Vittorio, 12, live in a secluded homestead. They take care of a small sheep herd and wait for their father to return from the battle field.

In the last few weeks, sheep have been mysteriously killed by someone or something. An old woman who lives in the woods (and is for sure a witch) has warned the kids about demons and werewolves. Scouting the woods, Santina finds a wounded, young boy, Thomas. She is good hearted like her father, and she decides to bring the young boy home.

Vittorio is enraged because if this soldier is in fact an enemy soldier, it would be dangerous to host him! Santina doesn’t want to hear a word because the young soldier is terribly injured, and she wants to take care of him.

Vittorio is brave but young and he needs a big brother, so maybe it’s a good thing that Thomas is there? Santina is a woman-to-be, and Thomas is very handsome and kind.Maybe he is a good suitor? Starting a new friendship could be the solution everyone needs.

 

CREDITS

Disegni: Valentina Griner

Sceneggiatura: Valentina Griner – Leonardo D’Agostini

Soggetto: Leonardo D’Agostini – Pietro Albino Di Pasquale

11000136_10153102141897179_6225052629747469241_n sito

Le Verità di Bébé Donge

Le Verità di Bébé Donge

Quante sono  le verità di Bébé Donge?

 

In un assolato e placido pomeriggio estivo un’elegante e beneducata signora dell’alta borghesia della provincia francese, Bébé Donge,  tenta di avvelenare il marito al termine di un classico pranzo domenicale passato in famiglia.

Francois, il marito, passerà tre settimane in convalescenza pensando al gesto della moglie, apparentemente privo di senso. Cercherà un motivo, una spiegazione, ripercorrendo mentalmente prima la loro vita di coppia e poi la storia famigliare di entrambi.

Costruito come un giallo senza vittima, il libro “La Verità su Bébé Donge” di Georges Simenon racconta il viaggio emotivo e mentale di Francois, ricco imprenditore della provincia francese degli anni che precedono la seconda guerra mondiale, immerso nello spirito del suo tempo, marito e uomo poco attento,  pragmatico e carrierista.

Bébé nel libro è quasi muta, la sua voce ci arriva direttamente in non più di due battute, tutta la sua storia è filtrata dal pensiero del marito, dalle sue speculazioni.

Quello che Francois ci racconta è la sua verità, Il percorso che lo porta a riscoprire un sentimento forte, un legame di complicità con la moglie nonostante il tremendo atto dell’avvelenamento, o forse proprio grazie a questo gesto dirompente.

Quale ambiente, quale società leggiamo tra le righe dei pensieri di Francois?

Quali sono i silenzi e quali le parole e i gesti che hanno portato Bébé ad agire? Come potrebbe essere letta la storia se ci mettessimo dal suo punto di vista, se potessimo raccontare la Sua verità?

Il progetto messo in musica dall’omonimo gruppo, i “Bébé Donge”,  propone proprio questa idea agli artisti che fanno parte del collettivo, dare voce a Bébé, nei testi delle canzoni e attraverso le immagini del racconto grafico.

Il libro-CD è pensato come un’unità narrativa che comprenda testi e musica, disegni e parole, un filo conduttore che unisca il colore, la musica e le immagini in un unico racconto: la verità di Bébé, LE verità di Bébé, raccontate da diverse sensibilità, diversi punti di vista, diverse voci.

How many are Bébé Donge’s truths?

On a sunny and placid summer afternoon, Bébé Donge, an elegant and well-behaved upper-class lady from the French province ,attempts to poison her husband at the end of a classic Sunday lunch with the family. Sort of a victimless thriller, Georges Simenon “The Truth about Bébé Donge” tells the emotional and mental journey of Francois, a wealthy entrepreneur from the French province in the years leading up to the Second World War. A man of his time and a pragmatic, inattentive and careerist husband. In the book Bébé is almost mute, she has nothing more than a couple of lines for herself and her whole story is filtered by her husband’s thoughts and speculations. The project put to music by the “Bébé Donge” (the band), wants to actually give Bébé her own voice through the lyrics of the songs and the images of the graphic novel. The book + CD combination is a narrative unit that includes texts and music, drawings and words in a single story: Bébé’s truth, Bébé’s truths, are told by different sensibilities, from different points of view, with different voices.

Regia e montaggio: Gianfilippo Guadagno

CREDITS

Le verità di Bébé Donge

Tratto da La Verità su Bébé Donge di George Simenon

Da un’idea di Federico “JolkiPalki” Camici, Tommaso Calamita e Fiammetta Jahier

Musiche di Bébé Donge, fumetto di Valentina Griner

 

Album


Fiammetta Jahier: voce

Federico “JolkiPalki” Camici: synth, hammond, piano, gloeckenspiel, cori

Emiliano Bonafede: chitarra, cori, mugugni

Tommaso Calamita: basso, chitarra

Giuseppe Coglitore: batteria e percussioni

Gianluca Giannasso: tambourine e shaker su “Sono Sola” e “Piccole Cose”

Testi: F. Jahier

Musiche: F. Camici, T. Calamita, E. Bonafede, G. Coglitore, F. Jahier

Prodotto da: Federico “JolkiPalki” Camici

Registrato, mixato e masterizzato

Da Daniele Gennaretti a Roma presso i Gas Vintage Studios nel luglio 2014

E presso lo studio di Francesco “Pinna” Marino, con l’assistenza di Sante Di Clemente, nell’ottobre 2014

Copertina CD: Valentina Griner

Fumetto

Soggetto: Valentina Griner con la collaborazione di Simone Iovino e Silvia Speranzoni Micarelli

Sceneggiatura e disegni: Valentina Griner

Curatori: Tommaso Calamita, Fiammetta Jahier

Supervisione del progetto grafico: David Vecchiato

Impaginazione e grafica: Daniele Magrelli